SuperBirra 2015 – Tutte le birre allo Street Food Fest di Porto Antico

Le birre di qualità, in un momento di notorietà in Italia e all’estero, si presentano con un ricco stand all’interno della Street Food Fest, per la quinta edizione di “Superbirra, la birra buona in festa”.
Questa edizione del festival darà al pubblico genovese, che ha sempre affollato le precedenti edizioni, la possibilità di degustare birre provenienti da paesi diversi, affiancando ad alcune produzioni italiane molto importanti quelle di due paesi tra i principali produttori mondiali, Belgio e Repubblica Ceca.

Ogni birra di qualità è un gusto unico, frutto di una produzione territoriale, spesso arricchita con prodotti locali che ne determinano aromi e gusti.
Ogni birrificio ha una storia unica, di persone e territorio, di caratteristiche diverse, di piccole storie imprenditoriali capaci, in alcuni casi, di conquistarsi una spazio d’eccellenza nel mercato internazionale.

 

Per rappresentare il meglio delle birre prodotte attualmente in Italia abbiamo scelto di invitare il birrificio BREWFIST, una realtà giovane, nata nel 2010, ma già importante. Una vera e propria rivelazione, frutto del talento dei giovani artefici ma anche della loro visione del mercato, razionale quanto lungimirante.
Brewfist presenta due delle sue più importanti creazioni.

TERMINAL, una chiara dal basso grado alcolico e dalla grande bevibilità, ideata per mettere tutti d'accordo, appassionati e non.  24K, birra chiara prodotta con malti inglesi e luppoli tedeschi. Secca, con aroma erbaceo e retrogusto leggermente amaro, si tratta di una “session beer” da bere in tutte le occasioni.

 

Abbiamo anche deciso di ospitare una birra dalla grande storia e fascino: ICHNUSA, la birra sarda per eccellenza, nata del 1912. Fatta con le acque delle montagne del parco naturale “Gutturu Mannu”, Ichnusa è una birra equilibrata nel gusto con una nota piacevolmente amara, chiara nel colore e discreta nel profumo.
Una birra dal grado alcolico pari a 4,7% capace di soddisfare i palati più esigenti, tanto da arrivare a essere distribuita sia in Inghilterra che in Australia, guadagnandosi anche “due stelle” nella categoria birre al Superior Taste Award e la Silver Medal al World Beer Championship di Chicago.

Le birre belghe sono fra le più varie e numerose al mondo. Quello che ha reso il Belgio famoso per le sue birre eccezionali, dalla corposità unica e prodotte con metodi assolutamente innovativi è la combinazione che unisce la tradizione, che risale a secoli fa e la passione che ancora oggi i produttori di birra mettono nella ricerca della perfezione. Non c'è quindi da sorprendersi se i mastri birrai belgi vengono regolarmente premiati nei più importanti concorsi internazionali dedicati alla birra.
Qui a Superbirra sono presenti 4 produzioni tra le più rilevanti:

 

AFFLIGEM ROUGE. Fondata nel 1074 dai monaci benedettini Affligem è l’abbazia più antica delle Fiandre. Testimonianze scritte indicano che l’abbazia iniziò a produrre birra per i pellegrini fin dal 1129, utilizzando materia prima del tutto naturale, acqua che viene prelevata da pozzi artesiani e malto e luppolo che provengono dai campi dell’abbazia.
Affligem Rouge è una birra ambrata dal gusto maltato e leggermente dolce grazie all’utilizzo di un malto caramellato. Ha una schiuma fine e compatta, persistente sopra per proteggere la birra dall’ossidazione. Il corpo è strutturato, la gradazione alcolica è del 6,8%.
Per la produzione della Rouge si utilizza una miscela di malti ambrati e dorati e una selezione di luppoli di alta qualità insieme ad un particolare lievito che da origine al particolare profumo floreale.

CAULIER EXTRA TRIPEL. Casa Caulier nasce nel lontano 1842 ed è stata ripresa da Eric Coppieters nel 2007 con l’intento di innovare la produzione ma con metodi assolutamente artigianali.
La Caulier originale produceva un birra dal basso contenuto di zuccheri e dal gusto intenso. Coppieters, aiutato da 12 persone, tutte amanti della birra e di un lifestyle naturale, ha rimesso in moto l’abilità artigianale e ha creato un prodotto unico al mondo con un processo brevettato e segreto di una deliziosa birra “sugar free by nature”.
Si presenta arancio carico con un bel cappello di schiuma compatta e persistente, al naso è profumata calda, avvolgente. Al palato ha un impatto forte, si viene travolti da tutto il suo gusto di frutta matura, ma anche il maltato è molto presente, il corpo è deciso e si fa sentire, così come i suoi 9% di gradazione alcolica.

CRISTAL LAGER. Nel maggio del 1928 la Birreria Limburg di Alken lanciò sul mercato la Cristal Lager. A quel tempo la maggior parte delle birrerie belghe non erano ancora in grado di produrre birre a bassa fermentazione, per cui la Cristal Lager venne salutata come un’innovazione rivoluzionaria. I consumatori ne furono subito conquistati grazie a una perfetta combinazione di leggerissima acqua di sorgente e materie prime selezionate accuratamente. Da quel momento la Birreria Alken ha cominciato a sostenere e promuovere le Lager e la loro purezza, favorendone in questo modo lo sviluppo della produzione. Cristal divenne ben presto la Lager più importante della birreria Limburg ed è tutt’ora molto apprezzato anche lontano dai confini d’origine. Nel 1989 la birra è stata premiata con la Medaglia d’Oro (monde Selection) per la qualità a Londra. La Cristal, oggi, viene ancora prodotta rispettando la ricetta originaria.

Si tratta di una pils a bassa fermentazione, dalla gradazione alcolica del 4,8%, con un inconfondibile aroma e un retrogusto piacevolmente amarognolo e rinrescante.

WIECKSE WITTE. Una blanche senza troppi fronzoli che stupisce per il perfetto bilanciamento tra aroma e gusto. Viene in realtà dal territorio olandese, ma essendo stata storicamente prodotta a pochi chilometri dal confine belga, viene comunemente considerata una trappista a tutti gli effetti.
Con il suo colore giallo paglierino non può fare a meno di ricordare la sua sorella belga Hoegarden. La ricetta è quella tipica di una blanche con ampio uso di malto di frumento ed una perfetta miscela di coriandolo e bucce d´arancia, con una chiusura acidula come di limone.
Questa birra dissetante è caratterizzata da una naturale torbidità. La particolarità di Wieckse Witte risiede nella sua ricetta segreta che prevede l’uso di una miscela di cereali (50% frumento - in parte maltato e in parte al naturale - 50% orzo maltato), di particolari luppoli (Hallertau - Hersbuck e Lublin).
E' modestamente alcolica e risulta assai beverina eppur così ricca di suggestioni olfattive (fruttato, floreale e speziato) e gustative (asprigna con evidenti toni agrumati e speziati).
Il gusto facile, rinfrescante e dissetante e la bassa gradazione alcolica rendono Wieckse Witte ideale per chi si avvicina alla birra o non ama le comuni birre lager dal gusto amarognolo.

Secondo l’esperto britannico di birra, Michael Jackson (the Beer Hunter), i cechi sono i numero uno al mondo per la produzione di birra. La birra ceca si distingue dalle altre birre per la sua maggiore pienezza, la sua bevibilità, perchè fresca e poco gasata, con un elevato grado di amaro.
I Cechi già da molti anni detengono il record mondiale nel consumo di birra con circa 150 litri pro capite all'anno (in Italia ne vengono consumati circa 30 litri pro capite). 

E’ in continuo aumento l’esportazione della birra ceca all’estero che negli ultimi 5 anni si è addirittura quintuplicata. Alcuni piccoli e medi birrifici, come Bohemia Regent e Bernard, si concentrano soprattutto sul mercato locale ma negli ultimi anni anche sull’esportazione dei loro prodotti. L’ottima qualità della birra ceca non dipende solo dalle tecniche e dalle capacità dei mastri birrai, ma anche dalla qualità del luppolo e dell’orzo locali che la rendono un prodotto veramente unico.

 

Il birrificio Bohemia Regent, uno dei più antichi d’Europa, è incorniciato dallo splendido borgo medioevale della città di Třeboň, la Perla della Boemia del Sud.  Le prime testimonianze sulla produzione di birra a Třeboň risalgono al 1379, quando, dove oggi si ammira il castello, sorgeva l’antico monastero agostiniano. Cento anni dopo, un nobile della famiglia dei Rosenberg, Petr Vok, fece costruire le nuove cantine appena dietro le mura del castello dove troviamo il birrificio, oggi ottimamente ristrutturato.  
Gli appassionati di birra (e non solo), possono visitare il birrificio il cui antico cortile si anima ogni anno a fine luglio con la tradizionale Festa della Birra.
La caratteristica principale della birra Bohemia Regent è la sua genuinità. Per produrla vengono usati metodi tradizionali e materie prime locali di altissima qualità: malto d’orzo della Moravia, luppolo Saaz, acqua dei pozzi artesiani, lievito.

BOHEMIA REGENT PREMIUM. È una birra chiara, luppolata, nobile, mediamente amara, piacevole al gusto. Una vera lager, tipica birra della Boemia del Sud che soddisferà anche il consumatore più esigente.

Ha una gradazione alcolica del 5% e viene prodotta a bassa fermentazione.

BOHEMIA REGENT PETR VOK
. Una birra speciale semiscura con leggera nota di caramello, color mogano, di sapore meno amaro rispetto alla lager scura. Ottima per accompagnare ogni tipo di pietanza.

Prodotta a bassa fermentazione, ha il 5,3% di gradazione alcolica.

BOHEMIA REGENT KNÍŽE. Birra chiara doppio malto che offre una forte sensazione di pienezza mentre il suo delicato carattere dolce-amaro copre del tutto l’alta gradazione alcolica (7,2%). Maturata quattro mesi.

Il birrificio Bernard di Humpolec è stato fondato nel sedicesimo secolo. Per differenziarsi dagli altri produttori sceglie di produrre birra cruda, non pastorizzata, ottenuta seguendo le procedure tradizionali. Il risultato è una birra eccezionale, che si distingue per l’armonia tra corposità ed intensità dell’amaro.
Le birre del birrificio Bernard contengono solo ingredienti di altissima qualità: il malto prodotto in proprio nel maltificio a Rajhrad u Brna (Moravia) con metodi tradizionali; il migliore luppolo boemo che garantisce il giusto sapore amaro; l'acqua delle sorgenti sulle colline Vysočina, situate tra la Boemia e la Moravia, che ha le caratteristiche organolettiche ideali per produrre la birra. Il tocco finale è la microfiltrazione biologica a freddo, che fa sì che la Bernard sia una birra veramente genuina. Durante la microfiltrazione la birra rimane alla sua temperatura originale di 2 gradi, mentre viene filtrata attraverso uno speciale filtro microbico. L’uso di questo metodo non altera il sapore e l’aroma della birra, la quale rimane integralmente ricca di fermenti vivi e mantiene tutto il valore nutritivo e salutare per il consumatore.

 

BERNARD SCURA. Birra scura non pastorizzata, microfiltrata, prodotta con quattro tipi di malto diversi. Caratterizzata da una spiccata pienezza di aroma ed una leggera punta di amaro. Colore scuro, quasi nero, schiuma cremosa e persistente. Profumo di malto caramellato con una lunga coda di sentori aromatici di grande intensità, derivanti dal malto tostato, dalla liquirizia al caffé, dal pane caldo alla nocciola. (Alc. 5,1% vol).

Alla nostra carta delle birre abbiamo aggiunto un SIDRO, lo STRONGBOW.

IL SIDRO è una bevanda a basso contenuto alcolico ottenuta dalla fermentazione dei frutti di alcune piante della famiglia delle Rosaceae, in particolare della sottofamiglia Pomoidee, a cui appartengono mele e pere, la cui origine risale al Medioevo. Più del 95% della produzione mondiale di sidro è realizzata con le mele, ma per gli intenditori il sidro con il miglior "bouquet" pare essere quello rarissimo di mele cotogne.

Lo STRONGBOW ha un sapore fruttato e frizzante che lo rende molto rinfrescante. È’ prodotto in Inghilterra e ha una gradazione di 5,3%.
 Ha un sapore intenso e leggero di mele (agrodolci e dolci) che gli da la profondità, il corpo ed il carattere che lo contraddistinguono.